Webinar Giornata di Studi su Ugo Betti

Ugo Betti, un intellettuale tra diritto, letteratura, teatro e nuovi media

Nuovi interessanti appuntamenti che offrono spunti di studio e riflessioni, targati Minimiteatri. Giovedì 17 dicembre, dalle 16 alle 18, sarà possibile prendere parte al webinar gratuito dal titolo Ugo Betti: un intellettuale tra diritto, letteratura, teatro e nuovi media. La giornata è a cura del Dipartimento degli Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste e di Minimiteatri, in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Venezia e Università degli Studi di Padova. Betti è autore già noto alle produzioni teatrali di Minimiteatri: proprio nell’ambito della rassegna Donne da Palcoscenico 2020, è andato in scena lo spettacolo Delitto nel silenzio, liberamente tratto da Delitto all’isola delle capre, testo e regia di Letizia E.M. Piva.

 

Nato a Camerino nel 1892 e morto a Roma nel 1953, Ugo Betti è stato un poeta, narratore, drammaturgo e giudice. Personaggio complesso, ha approfondito la questione della distinzione, sempre problematica e difficile, tra bene e male. La dimensione giudiziaria è stata centrale nell’opera teatrale, anche se non ha è stata l’unica componente della sua scrittura, all’interno della quale è reperibile una dimensione poetica e fiabesca non trascurabile. Tra i temi privilegiati resta comunque la coscienza di quanto sia difficile, e pur tuttavia necessario, tendere ad una giustizia efficace e corretta.

 

Gli interventi, di seguito elencati, saranno moderati e coordinati dalla professoressa Anna Zoppellari, dell’Università degli Studi di Trieste.

 

SALUTI DELLE AUTORITA’:

•          Giovanni Boniolo, Presidente dell’Accademia dei Concordi;

•          Elisabetta Vezzosi, Direttrice del Dipartimento di Studi Umanistici, Università di Trieste;

•          Paolo Quazzolo, Docente di Storia del Teatro, Università di Trieste.

 

INTERVENTI:

•          Enza Del Tedesco, Università di Trieste: Ugo Betti tra gli scrittori e gli intellettuali del Novecento;

•          Ivana D’Agostino, Accademia di Belle Arti di Venezia: Allestimenti scenici di Corruzione al Palazzo di Giustizia e Delitto all’isola delle capre: dallo spazio teatrale al nuovo set mediatico televisivo;

•          Francesco Di Marco, Università di Padova: Una (ri)lettura bettiana: Corruzione al Palazzo di Giustizia tra la scena e lo schermo;

•          Massimo Ubertone, già Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Rovigo: Diritto e letteratura: usare le parole per dare un senso al mondo.

 

A seguire: dibattito e conclusioni.

 

Iscrizione obbligatoria fino ad esaurimento posti disponibili al link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScrxvS-iWts6q63Qlttozq5RW783EZsyiFzxy_Y2lpXj2fNqQ/viewform?usp=sf_link

Giovedì, 17 Dicembre, 2020 - da 16:00 a 18:00
Questo spettacolo fa parte della Rassegna 
Galleria Immagini