Minimiteatri celebra la Giornata Mondiale del Libro

Giovedì, 23 Aprile, 2020

Oggi, 23 aprile, viene celebrata a livello globale la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, come momento per scoprire e riscoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli autori offrono al progresso sociale e culturale dell’umanità.

Il 23 aprile è stato scelto in quanto è il giorno in cui sono scomparsi nel 1616 tre pilastri della letteratura: lo spagnolo Miguel de Cervantes (1547-1616), l’inglese William Shakespeare (1564-1616) e il peruviano Garcilaso de la Vega (1539-1616).
In Catalogna questa festa è associata a quella patronale di San Giorgio ed è nota anche come la Giornata del Libro e delle Rose: è tradizione che ogni uomo doni alla sua amata una rosa e i librai fanno lo stesso per ogni libro venduto il 23 aprile.

Minimiteatri celebra la Giornata mondiale dedicata al Libro portando nelle nostre case le riflessioni di Giovannino Guareschi, uno degli scrittori più venduti nel mondo, nonché l'autore italiano più tradotto in assoluto.
Gli attori di Minimiteatri Letizia Piva, Paolo Rossi, Marino Bellini, Lahire Tortora,  portano nelle nostre casa le parole e le riflessioni del Guareschi, attraverso video-letture trasmesse in streaming su Rovigoindiretta.it, ogni sera alle 21 fino a domenica 26 aprile.

Anche in tempo di emergenza Coronavirus e di lockdown, Minimiteatri ha previsto iniziative virtuali per omaggiare, pur rimanendo a casa, il libro e la lettura quale mezzo indispensabile di approfondimento e di conoscenza di noi stessi, degli altri e del mondo, strumento di informazione, di apprendimento e di crescita.

Letture in streaming tratte dai capolavori di Luigi Pirandello, Gianni Rodari ed Esopo, insieme con le attrici di Minimiteatri Manola Borgato, Giorgia Brandolese, Silvia Dicuonzo
(www.minimiteatri.it/produzioni/iorestoacasa-con-minimiteatri)

e audiobook scaricabili
(https://www.ilnarratore.com/…/br…/associazione-minimiteatri/)

per alleviare le sofferenze di questo periodo attraverso il mezzo tra i più potenti di tutti: la Cultura.