Donna d’amore e di parola

in

Donna d’amore e di parola

Il viaggio di Shahrazàd



[produzione Minimiteatri, in collaborazione con Teatro Sociale di Rovigo]

Il melologo è un genere musicale e letterario che sposa musica e parola, unite nell’intenzione poetica e narrativa.La parola si fa suono e la musica diventa narrazione al pari del testo. L’oriente, in cui immaginiamo immersa Shahrazàd, è intessuto di suono e poesia, e si fa incanto. Così l’attrice diventa Shahrazàd o, semplicemente, è una donna che dispiega le sue arti incantatorie a fronte di una necessità (in questo caso, sopravvivere) ma che poi viene colta da un vero risveglio interiore, un disvelamento di sé sollecitato dall’ascolto. Parola e musica per vivere l’intenso viaggio interiore di una donna, dall’essere parola all’essere silenzio, dall’essere per gli altri all’essere sé stessa.

Vanessa Gravina interpreta il testo poetico-musicale con sensibilità, sensualità e maturità artistica. Nella versione da palcoscenico, con la sua fisicità magnetica Vanessa incarna Shahrazàd e la rende viva, in costante dialogo con il personaggio maschile del sultano, interpretato coreograficamente da Thierry Parmentier. Nella versione al leggio, con il pianoforte e la straordinaria plasticità musicale e comunicativa di Luciano Borin, la voce e il corpo di Vanessa riecheggiano il vissuto di questa donna mitica, odalisca e sapiente narratrice, che senza dubbio, nell’immaginario collettivo, è uno dei personaggi più ammalianti della letteratura mondiale.

Cast artistico

Schede Tecniche

Video

Galleria Immagini