in

I Digiuni di Catarina da Siena

Al termine dello spettacolo conversazione con Dacia Maraini

Il testo racconta l'ultimo periodo della vita di Santa Catarina, quando era già famosissima e molto ricercata dai potenti di tutto il mondo che le scrivevano chiedendo consigli e benedizioni.
Catarina rispondeva a tutti con spirito combattivo e sapienza religiosa.
L'attenzione si appunta sul rapporto castissimo, tenero e amichevole fra la giovane asceta e il suo devoto scrivano, il frate Neri.
Il solo punto di contrasto fra i due sta nel fatto che Catarina crede nel digiuno come pratica di purificazione del corpo e Neri invece ama mangiare.
Il testo racconta questo contrasto, i dialoghi di Caterina con Cristo e il tentativo continuo di Neri di tenere lontana la folla dei fanatici dalla donna che stima e ama.
Catarina finirà per morire di fame sotto gli occhi addolorati di Neri.
Nell'insieme si tratta di un ritratto laico, carico di rispetto e di affettuosità della giovane santa toscana e del suo goloso scrivano.

Sabato, 21 Maggio, 2016 - 21:00
Questo spettacolo fa parte della Rassegna 

Cast Artistico

Barbara Amodio
Gianluigi Pizzetti

Personale Tecnico

Testo e Regia
Dacia Maraini

Video

Promo Video